Quarantadue sono gli artisti provenienti dall’Italia e dagli Stati Uniti che parteciperanno alla collettiva WOMEN IV ed. GERDA TARO – ARTE, GUERRA E RIBELLIONE che si inaugurerà nella splendida sala del refettorio del MOA – Museum of Operation Avalanche di Eboli sabato 18 Maggio alle ore 20.30. La manifestazione, che scandaglia le problematiche legate al mondo femminile, quest’anno è dedicata alla figura di Gerta Pohorylle, meglio conosciuta come Gerda Taro, fotografa tedesca, le cui opere ad oggi sono state poco viste e spesso sottovalutate.

Gerda Taro, donna controcorrente, spirito libero e fotografa pionieristica è nota per aver documentato il fronte caldo della guerra civile spagnola con forte capacità visiva e molto coraggio e per essere stata la compagna di Robert Capa, pseudonimo di Endre Ernő Friedmann. Gerda Taro fu la prima reporter donna a morire in un’azione di guerra, travolta da un carro armato mentre svolgeva il proprio lavoro.

Questo contribuì a mitizzarla come donna ribelle e coraggiosa, caduta per le proprie idee e per il suo lavoro. L’evento, organizzato da Mo’Art, Monochrome Art, Ass. Sophis e Ass. “Rocco Scotellaro”, gode del patrocinio del Comune di Eboli e del Consolato della Repubblica Federale di Germania per le regioni Campania, Calabria, Basilicata e Molise.

Nelle due settimane di arte dedicate a Gerda Taro, inoltre, andrà in scena, sabato 25 Maggio alle ore 20.30, lo spettacolo teatrale GERDA: ISTANTANEE DI UN AMORE con Eirene Campagna, Simone Liguori e Giorgio Loffredo, per la regia di Luigi Nobile e Maria Gasparro, coreografie di Simone Liguori – MV Dance Factory. Ad arricchire la proposta culturale del MOA, giovedì 30 Maggio, si esibiranno in concerto di musica da camera, nel chiostro rinascimentale del museo, il trio Natale – Ferro – Somma, dell’Associazione Madrioske di Battipaglia.