Una nuova e rinnovata luce per i murales in Piazza Risorgimento

Un progetto per mettere al centro la (ri)scoperta dei tesori cittadini

Sono partite dalla giornata di ieri le operazioni di restaurazione conservativa dei murales in Piazza Risorgimento. Il primo dei tre lavori da far risplendere è l’opera L’Albero del Domani, dipinta da Umberto Vota in occasione della prima edizione del Festival Internazionale Teatro Ragazzi, ideato e diretto da Carmine Battipede dal 1984 al 1988. Un’iniziativa di riscoperta delle bellezze della città, da custodire e tramandare alle future generazioni, affinché il ricordo e la cultura non si dissolvano mai nel tempo.

Un progetto sposato dall’Amministrazione

«Come Amministrazione Comunale abbiamo approvato e sostenuto il progetto di valorizzazione dei murales proposto dall’associazione “a.DNA” nell’ambito del progetto “Urban Area – Battipaglia 2019” ed in particolare per la realizzazione di un restauro conservativo del murales dipinto nel 1984 dall’artista Umberto Vota, con copertura del costo dell’intervento a carico di uno sponsor privato, affidando le operazioni ai professionisti di “YOCOCU – YOuth in COnservation of CUltural Heritage” con il monitoraggio dalla Soprintendenza di Salerno e Avellino» ha fatto sapere l’Assessore allo sviluppo e alla gentilezza Davide Bruno.

Bruno ha poi aggiunto: «È un nostro dovere non solo ricordare una parte della storia della nostra città, anni di impegno, passione civile e di risveglio culturale verso i più giovani, ma occasioni come questa sono la dimostrazione che la rigenerazione urbana è possibile anche con forme di arte visiva e di valorizzazione di elementi del contesto urbano per combattere il degrado diffuso e affermare l’identità collettiva».

Il commento di Mirko Pierri, organizzatore del progetto

«Il progetto vuole attivare uno storytelling sull’esperienza del Teatro Ragazzi – spiega Mirko Pierri, organizzatore del progetto dedicato a Carmine Battipede – Prima dell’inizio della prima edizione è stato dipinto il murales “L’Albero del Domani”, e attraverso queste opere cerchiamo di raccontare esperienze molto importanti per la cultura della città di Battipaglia e anche per le iniziative che sono venute in seguito». Pierri prosegue: «È fondamentale parlare alle nuove generazioni di cosa è successo in quegli anni perché potrebbe dare nuovi stimoli per continuare la creazione di nuove attività culturali in zona».

Proprio dalla spinta di tramandare la conoscenza ai più giovani, si è entrati in contatto con le scuole del territorio, come spiega Pierri: «Ieri mattina è iniziato il laboratorio al Liceo Artistico di Eboli, lì ho tenuto una lezione di street art con i ragazzi che poi verranno il 28, 29 e 30 ottobre in Piazza Risorgimento e successivamente all’ex scuola De Amicis per laboratori comprendenti visite guidate e pratiche di restauro. Il 28 ci raggiungerà anche la scuola F. Fiorentino e, tramite una performance interattiva di Francesco Di Concilio, si racconterà tutta la storia del Teatro, dei murales e della piazza in generale. Sarà un bel momento».

La presentazione ufficiale del progetto, denominato SPES, avverrà mercoledì 30 ottobre alle ore 18:00 presso la sala conferenze comunale “Vicinanza” del comune di Battipaglia.