Il prossimo 26 settembre, il sindaco Massimo Cariello, insieme con l’ex assessore alle politiche sociali, Lazzaro Lenza, e Il funzionario comunale Agostino Mastrangelo dovranno presentarsi davanti al giudice per l’inchiesta riguardante i contributi alla Croce Rossa.

Un contributo da 8mila euro in favore della Croce Rossa per il progetto “Doposcuola solidale” nonostante la delibera di giunta specificasse che l’attività dei volontari era a titolo gratuito. È quanto contesta la Procura della Repubblica al sindaco Massimo Cariello, all’ex assessore alle politiche sociali Lazzaro Lenza e al funzionario Agostino Mastrangelo.

Nei giorni scorsi è stato notificato l’avviso per l’udienza fissata al 26 settembre. Il caso, che risale al 2017, fu denunciato dai consiglieri d’opposizione Damiano Cardiello e Fido Venerando che, molto probabilmente, si costituiranno parte civile nel processo. I reati ipotizzati sono abuso d’ufficio e concorso di reato.

Cariello, Lenza e Mastrangelo dovranno presentarsi in tribunale davanti al gip Ubaldo Perrotta. Rischiano, dunque, una sanzione per condotta penalmente rilevante