Multe a Battipaglia: la lotta agli incivili parte dai social. “Caccia agli sporcaccioni” è la nuova iniziativa del sindaco Cecilia Francese

Una presa di posizione importante da parte del Comune di Battipaglia verso gli incivili che gettano rifiuti sulle strade della città, andando a formare delle microdiscariche che, oltre a danneggiare l’ambiente, con il caldo vanno a causare dei miasmi insostenibili per i residenti della zona. Ad ora sono già due le multe a Battipaglia registrate.

Una “Caccia agli sporcaccioni”, come recita l’hashtag utilizzato dal sindaco Cecilia Francese sui suoi social: proprio ieri un sessantenne residente ad Altavilla Silentina è stato colto in flagrante mentre scaricava dei rifiuti illeciti in Viale Francia, sulla zona industriale di Battipaglia, una delle vie maggiormente (e tristemente) note per lo scarico abusivo di rifiuti e per le conseguenti microdiscariche maleodoranti. Per l’incivile sessantenne ci sarà ora da pagare una multa della somma di 506,80€.

Sempre dalla pagina social della Francese arriva una nuova denuncia, accompagnata questa volta da un video della Protezione Civile di Battipaglia, Settore Ambientale, risalente allo scorso 11 agosto. In questo caso la modalità pare essere la stessa del sessantenne di Altavilla Silentina.

Intorno alle ore 21 un cittadino residente a Eboli, dopo aver accostato la sua auto in una delle strade dove si verificano maggiormente questi episodi, è stato ripreso dalle telecamere intento a gettare dalla vettura un sacchetto di spazzatura, prima di risalire in macchina e proseguire come nulla fosse accaduto. L’uomo è stato individuato mediante l’ispezione del sacchetto stesso.

Caccia agli sporcaccioni” è una vera e propria iniziativa social, come dice il sindaco Cecilia Francese: «Una campagna che sta avendo successo anche grazie alla partecipazione dei cittadini, che non smettono di segnalare, sia alla protezione civile, che al comando dei vigili urbani l’incivile di turno».

Un ringraziamento speciale il primo cittadino lo rivolge proprio alla Protezione Civile e ai Vigili Urbani: «Che costantemente monitorano il territorio e quindi la caccia agli incivili è ufficialmente aperta». In un momento già molto caldo e difficile per l’amministrazione, questa battaglia vuole essere una risposta alle polemiche in merito allo scarso lavoro fatto sul territorio durante il periodo estivo: «Sono già molte le multe elevate per abbandono di rifiuti. Battipaglia non è terra di nessuno e i controlli aumenteranno anche nei prossimi mesi».