Ennesimo sopralluogo allo Stir di Battipaglia e all’impianto di compostaggio di Eboli. Nella giornata di oggi, il ctu Gaetano Caiafa, alla presenza dei tecnici e degli avvocati, e con in mano i punti che l’Arpac aveva contestato durante l’ultimo sopralluogo, ha chiesto chiarimenti ad Ecoambiente sul funzionamento del TMB battipagliese.

In sostanza, il ctu ha proposto un campionamento dell’aria a partire dall’immobile del ricorrente, situato in via Parini. L’avvocato Italo Carbone, in rappresentanza di Legambiente, ha chiesto che il campionamento venga effettuato a partire da viale Francia siano a casa del ricorrente, per percorsi intermedi.

I tecnici e gli avvocati si sono poi spostati sull’impianto di compostaggio di Eboli dove hanno trovato ad accoglierli l’ingegnere Domenico Ruggiero, responsabile dell’impianto. Presenti al sopralluogo anche il tecnico di parte ricorrente, Alfredo vicinanza, l’avvocato del comune di Eboli Nelso Buccella e l’avvocato di Ecoambiente. Assente il tecnico nominato dal comune di battipaglia (ingegnere Malangone).