La Protezione Civile di Battipaglia ha diramato il piano d’evacuazione ufficiale per il disinnesco dell’ordigno bellico ritrovato in zona Spineta, che avverrà l’8 settembre prossimo.

Il prossimo 8 settembre la città di Battipaglia sarà evacuata per consentire le operazioni di disinnesco dell’ordigno bellico ritrovato in zona Spineta e risalente alla II guerra mondiale. Oggi, la Protezione Civile ha provveduto a diramare il piano d’evacuazione ufficiale.

Data la particolarità dell’ordigno sarà necessario eseguire le operazioni sul posto, motivo per il quale l’evacuazione della popolazione interesserà un raggio di 1,6 km dal luogo del ritrovamento.

OBBLIGO DI EVACUARE PER TUTTI I CITTADINI

La Protezione Civile ha sottolineato che tutti i cittadini sono obbligati a lasciare le proprie abitazioni per l’intera giornata, sino a quando le operazioni non saranno terminate. L’inosservanza comporterebbe un reato penale poiché ci configurerebbe una violazione dell’ordinanza sindacale e prefettizia.

Chi ha un posto dove andare durante le operazioni di disinnesco è invitato a farlo già dalla sera prima. Coloro i quali non hanno un posto per quel giorno, dovranno contattare in tempo utile il numero 335/1537223 fornendo i dati richiesti agli operatori per poter essere inserito in uno dei centri di accoglienza appositamente allestiti.

COME AVVERRANNO LE OPERAZIONI DI DISINNESCO?

Le operazioni di disinnesco saranno divise in tre fasi. La prima: evacuazione della popolazione. A partire dalle ore 5 dell’8 settembre, sino alle 8, i cittadini dovranno obbligatoriamente abbandonare le proprie abitazioni. Stesso discorso per chi sarà collocato nei centri di accoglienza; la seconda: quando tutti cittadini saranno al sicuro, l’esercito italiano comincerà ad operare sull’ordigno; la terza: quando l’area sarà bonificata e dichiarata sicura, i varchi saranno riaperti e i cittadini potranno rientrare nelle proprie abitazioni.

La collaborazione è gradita, oltre che necessaria, per consentire di terminare il prima possibile le operazioni. Ci sarà una numerosa presenza delle forze dell’ordine per tutelare le aree interessate e prevenire eventuali furti o atti di vandalismo.

disinnesco
Raggio d’evacuazione