ARTICOLO ESTRATTO DA “LA CITTÀ” 10/05/2019

Prima della fine dell’anno scolastico, non ci sarà via d’uscita sicura. Dalla Provincia, però, arriva la promessa: «A settembre 2019 la scala sarà a disposizione degli studenti».

La vicenda surreale riguarda il “Besta-Gloriosi”, l’istituto d’istruzione superiore per ragionieri e geometri che ha dei portelloni anti-panico che s’affacciano sul vuoto: non c’è una scala antincendio che consenta agli alunni di abbandonare la scuola in sicurezza in caso d’incendi o di terremoti. Le vie di fuga sono state predisposte ma… non c’è stato il tempo d’installare la rampa. Scolari e docenti la attendono da anni, ma invano. Almeno fino al prossimo anno scolastico.

«È tutto pronto; va solo bandita la gara e questo accadrà tra la fine di maggio e gli inizi di giugno», assicura Antonio Sagarese, consigliere provinciale delegato all’edilizia scolastica. «Partirà il bando per i lavori di adeguamento e possiamo garantire che, al rientro dalle vacanze estive, gli alunni troveranno finalmente la rampa». Un bando di gara da 110mila euro.

Tanto vale il completamento dei lavori d’adeguamento normativo, finiti nel progetto esecutivo per realizzare la scala, predisposto dal dirigente patrimoniale della Provincia di Salerno Angelo Michele Lizio ed approvato ai primi di novembre, poche ore dopo l’elezione, dal numero uno di Palazzo Sant’Agostino, Michele Strianese. Da allora tutto tace. «I soldi ci sono: si tratta di vecchi residui di fondi regionali», assicura Sagarese, che parla di «soluzione imminente».