Attività di volontariato svolte dai migranti: approvato lo schema del Protocollo d’Intesa da sottoporre alla Prefettura di Salerno. Tre cooperative, “L’Opera di un Altro“, “Met & Co” e “Rgc Srlcr“, collaboreranno con il Comune di Battipaglia facendo svolgere attività di volontariato ai migranti.

L’ultima delibera di giunta mette al centro dell’attenzione il capitolo migranti. Lo schema del Protocollo d’Intesa da sottoporre alla Prefettura è stato approvato. Tre cooperative, “L’Opera di un Altro“, “Met & Co” e “Rgc Srlcr“, collaboreranno con il Comune di Battipaglia facendo svolgere attività di volontariato ai migranti.

La prima, con sede legale a Sala Consilina, è gestita da Padre Vincenzo Federicoquattro anni fa indagato per presunta truffa ai migranti -. Le altre due da Chiara e Gemma Caprino (consigliere comunale). Nella comunicazione ricevuta dall’Ente lo scorso 15 maggio, le cooperative hanno palesato la volontà di svolgere attività di volontariato a favore della collettività ospitante.

Una collaborazione che consentirebbe di avviare percorsi di educazione e integrazione dei migranti ospitati sul nostro territorio. Le attività di programmazione, monitoraggio e coordinamento, nonché l’eventuale fornitura di materiale per le attività, saranno a carico del Comune. A carico delle cooperative, invece, la supervisione e la formazione degli accolti.

Tra le attività – si legge nella delibera – di utilità sociale rientranti nel progetto occorre sicuramente includere lo spazzamento manuale delle strade e delle aree pubbliche aperte al pubblico, per il quale non è richiesta specializzazione alcuna“. Lo schema approvato sarà utilizzato e stipulato con altre eventuali associazioni che dovessero dichiararsi disponibili. Ora, quanto deliberato è in attesa di approvazione definitiva al fine di avviare le attività il prima possibile.