Eboli, via libera al progetto presentato dal Comune per migliorare l’impianto di compostaggio. La Regione avrebbe valutato positivamente il programma concedendo un finanziamento di 2 milioni di euro.

Miglioramento dell’impianto di compostaggio di Eboli: c’è il progetto. La Regione, stando a quanto si legge in un comunicato emanato dall’amministrazione comunale, avrebbe valutato positivamente il programma, assegnando un finanziamento di circa 2 milioni di euro. Avrebbe, perché sino ad ora sul Burc della Regione Campania non v’è traccia alcuna.

«Miglioriamo il funzionamento dell’impianto – dice il sindaco Massimo Cariello -, con
l’implementazione del processo di compostaggio attraverso sistemi di confinamento e sistemi di trattamento aria. È l’ennesimo esempio di come, attraverso la rete di rapporti istituzionali che abbiamo messo in campo, Eboli non è più una città isolata, ma protagonista dei processi di crescita del territorio, calamitando attenzioni e finanziamenti».

L’ASSE DE LUCA-CARIELLO

De Luca finanzia, Cariello ringrazia. «Un ringraziamento particolare al Governatore, Vincenzo De Luca, che ha sostenuto anche in questa occasione i nostri progetti comunali, e al vicepresidente della Regione, Fulvio Bonavitacola, per l’attenzione dimostrata nei confronti di Eboli» prosegue Cariello. Che però riceve una stoccata dal consigliere d’opposizione in quota Forza Italia, Damiano Cardiello.

«Cariello e De Luca, alleati politici, già nel 2016 ammisero c’erano i miasmi, e mettono una pezza a colori al sito di compostaggio di Eboli nonostante abbiano già speso 300.000 euro di proroghe illegittime alla società di Bolzano, Ladurner». E su questa storia, Cardiello promette battaglia: «Ho fatto richiesta di accesso agli atti mai evase dagli uffici comunali, dal direttore dell’impianto Ruggiero e dalla ditta Ladurner. Ma andrò oltre presentando un esposto su questa storia».

L’OBIETTIVO DEL PROGRAMMA DI MIGLIORAMENTO

Una programmazione di miglioramento dell’impianto con un obiettivo preciso. «Il tutto sarà orientato – spiega l’assessore all’ambiente, Emilio Masalaad ottenere un miglioramento della performance in termini di riduzione degli scarti da destinare a discarica, con una riduzione di circa il 30%».

Il compost in uscita, a detta dell’assessore dovrebbe migliorare: «È prevista la realizzazione di una tettoia con tamponatura in pannelli coibentati nell’area uscita sovvalli, con contestuale ampliamento delle attività di raffinazione e conseguente miglioramento in termini qualitativi e quantitativi del compost in uscita».

Soddisfatto per il risultato anche il delegato provinciale all’ambiente e presidente del Consiglio comunale di Eboli, Fausto Vecchio: «Due novità importanti, a vantaggio dei cittadini e dell’ambiente: la realizzazione di un nuovo sistema di “Scubber biofiltro” per i nuovi volumi da realizzare, da posizionare nell’area libera tra le due tettoie esistenti; la realizzazione di un’area chiusa per la movimentazione del materiale dalla fase di I maturazione alla II maturazione. Risposte concrete alle esigenze di efficienza e di salvaguardia dell’ambiente».