Tutela dell’ambiente e Fattore di Pressione, entro il 30 settembre il Consiglio Provinciale adotterà il provvedimento

Si è svolto presso la sede della Provincia di Salerno la riunione urgente per discutere dei provvedimenti da attuare in merito alla tutela dell’ambiente e all’approvazione del criterio localizzativo Fattore di Pressione. Presenti al tavolo il Presidente della Provincia di Salerno, Michele Strianese, il Sindaco di Battipaglia, Cecilia Francese, il Presidente dell’EDA Salerno, Bruno Di Nesta, il Consigliere Provinciale Delegato all’Ambiente, Fausto Vecchio e il Presidente dell’ASI Salerno, Antonio Visconti.

Al termine dell’atteso incontro è stato concordato dai presenti, in primis, la convocazione di una conferenza di servizi istruttoria presso la Regione Campania, con la disponibilità già manifestata del Vice Presidente Fulvio Bonavitacola. Il primo cittadino di Battipaglia, avendo chiesto la convocazione di un Consiglio Provinciale sull’argomento, il Presidente Strianese ha comunicato che sono già previsti due Consigli Provinciali, uno il 26 e uno il 30 settembre, durante i quali sarà discusso l’adozione del provvedimento del criterio localizzativo in base all’art. 197 lett. D del Codice dell’Ambiente, così come da Delibera notificata dal Comune di Battipaglia alla Provincia di Salerno.

«Nelle more della convocazione della conferenza di servizi istruttoria da parte dei componenti Uffici Regionali ed elaborazione della delibera provinciale oggetto della questione, si indica come data certa il 30 settembre, entro la quale il Consiglio Provinciale si impegna ad adottare il provvedimento» dice il Presidente Strianese.

«Dobbiamo procedere per atti amministrativi e con controlli serrati sulle imprese. La conferenza di servizi istruttoria con la Regione serve per preparare i pareri della deliberazione del consiglio provinciale. Il Comune di Battipaglia ha necessità di creare rete con gli Enti Sovracomunali per controllare e governare il territorio. Noi potevamo e dovevamo dare un impulso agli enti e lo abbiamo fatto, nulla si può senza la collaborazione istituzionale. Stiamo tenendo alta la tensione sui tavoli importanti per portare alla città un risultato senza precedenti che bloccherà le richieste di insediamenti e ampliamenti sul territorio» fa sapere il Sindaco Cecilia Francese.