L’ex cinema Garofalo diventato una piccola discarica

La struttura, chiusa nel 2009, torna al centro delle discussioni

I rifiuti stanno diventando, purtroppo, sempre più un simbolo della città di Battipaglia. Rifiuti che hanno invaso anche uno dei luoghi storici, ormai da tempo caduto in rovina, l’ex cinema Garofalo, sede di importanti spettacoli, proiezioni, momenti culturali che hanno contribuito a consolidare il rapporto tra l’arte e un’intera comunità. Quel tesoro, da anni in stato vegetativo, ha subito un nuovo colpo alla sua salute, è finendo sotto sequestro preventivo in seguito alla scoperta da parte delle Fiamme Gialle di Eboli, dirette dal Maggiore Nunzio Napolitano, di rifiuti stipati all’interno della struttura.

Non solo rifiuti “comuni”, bensì anche speciali e pericolosi per la salute delle persone. Tra gli scarti ritrovati anche materiali di risulta edile. La struttura era di appartenenza della famiglia Barlotti, tra cui l’ex sindaco Gennaro Barlotti. I proprietari sono stati ora denunciati alla Procura della Repubblica per reati contro il Testo unico dell’Ambiente. Avviata inoltre l’indagine per scoprire da quanto tempo i rifiuti stazionassero tra le poltroncine che negli anni hanno visto sedersi tanti battipagliesi, che dovranno essere trasportati quanto prima in strutture apposite per lo smaltimento.

Questo rappresenta indubbiamente un nuovo colpo per le speranze della popolazione battipagliese di rivedere riaccendersi i riflettori di un luogo iconico come quello del cinema Garofalo.