La sede dell’Inps di Battipaglia è infestata dai topi

Questa mattina sportelli chiusi e personale in agitazione

La struttura dell’Inps di Battipaglia, ubicata in Viale della Previdenza 6, a Battipaglia, è infestata dai topi. Questa mattina il personale della struttura è entrato in stato di agitazione, ed è stato chiuso il servizio agli utenti allo sportello. Si attende adesso di scoprire quali saranno le mosse attuate per proteggere utenti e dipendenti dall’invasione dei roditori, verificatasi da qualche giorno a questa parte, e se la struttura verrà chiusa per procedere a una derattizzazione.

Meno di un anno fa l’inaugurazione

Il disagio, che potrebbe essere fonte di seri rischi per la salute, si palesa a meno di un anno dall’apertura della nuova sede dell’Inps, avvenuta lo scorso venti dicembre 2018 anche con la presenza del governatore della Regione Campania Vincenzo De Luca. La struttura sorge nell’area dedicata al progetto Più Europa, che prevede la costruzione di un terminal bus alle spalle della stazione, parcheggio d’interscambio, un fabbricato polifunzionale, un parcheggio multipiano in piazza Ferrovia, una galleria commerciale e un sistema di videosorveglianza lungo l’intera area da riqualificare. I lavori, però, sono attualmente fermi.

Le malattie che si possono contrarre

È risaputo come topi, ratti e roditori siano fonte di numerose malattie trasmissibili attraverso la loro urina e i loro escrementi. Per quanto riguarda l’urina, si può contrarre una malattia mediante il contatto diretto, alimenti e aria contaminata, o attraverso una ferita aperta. Le malattie che derivano dall’urina di topo, ratto o roditore sono la leptospirosi, la malattia di Weil, la febbre da morso di ratto e l’Hantavirus.

Invece attraverso gli escrementi di topo, ratto o roditore, si potrebbe rischiare di contrarre malattie come salmonella, Febbre tifoidea, malattia di Weil, meningite linfocitaria, Tifo, Febbre da morso di ratto e Tenia del ratto. La contaminazione potrebbe avvenire mediante l’utilizzo di prodotti alimentari, toccando le feci del roditore, venendo in contatto con qualcosa che a sua volta è entrato in contatto con le feci di roditore, oppure esponendo ferite o graffi agli stessi escrementi.