La scuola “S. Penna” vittima del maltempo a Battipaglia

Infiltrazioni d’acqua hanno creato paura e indignazione tra i genitori, per un edificio inaugurato due anni fa

È anche l’istruzione a farne le spese dopo il maltempo che si è abbattuto su tutta Italia e su Battipaglia negli scorsi giorni. I fitti temporali non hanno risparmiato l’Istituto Scolastico “Sandro Penna”, ubicato in via Parmenide. Le infiltrazioni d’acqua che si sono verificate negli scorsi giorni hanno costretto numerosi genitori a prendere la decisione di non portare i propri figli a scuola, perdendo così giornate di studio. I danni riportati in seguito alla fitta pioggia hanno destato particolare indignazione dato che l’edificio, ad oggi, segna appena due anni di attività.

Fortunatamente le infiltrazioni d’acqua non hanno messo in pericolo la stabilità dell’edificio, quindi non si è mai verificato il rischio di possibili cedimenti del tetto, ma un pronto intervento si è dimostrato indispensabile anche per tranquillizzare i genitori degli alunni. Sono stati convocati all’istante, da parte della dirigente scolastica, l’ufficio tecnico del comune e il responsabile della sicurezza, l’ingegnere Giannattasio.

L’assessore Cerullo tranquillizza

Sulla questione si è espresso l’Assessore ai Lavori Pubblici, Pietro Cerullo, tranquillizzando: «Siamo prontamente intervenuti già nella mattinata di ieri al manifestarsi di infiltrazioni di acqua piovana in alcune zone dell’edificio e prontamente si è provveduto a rimuovere i pannelli del controsoffitto che risultavano ammalorati dall’acqua piovana, e contestualmente ad isolare le zone interessate congiuntamente al personale scolastico nelle more della definitiva definizione del problema che sarà mia cura che avvenga in tempi brevi».

L’assessore Cerullo ha inoltre aggiunto: «Il sopralluogo effettuato congiuntamente sia con i nostri tecnici che con la ditta che ha curato il rifacimento del manto e ha tranquillizzato i presenti. Non c’è alcun rischio derivante dai pannelli di controsoffittatura. Le fotografie che stanno circolando sono corredate da descrizioni quanto meno strumentali, i pannelli a terra, presenti nelle immagini, sono consequenziali all’intervento dei tecnici che hanno smontato i quadri per comprendere meglio la provenienza dell’infiltrazione. Scongiurato ogni pericolo faremo comunque in modo che i lavori di riparazione avvengano al più presto».