Svelata la targa commemorativa di Carmine Battipede in piazza Risorgimento

Resterà custodita sotto al murales “L’Albero del Domani”

È innegabile come il Festival Internazionale Teatro Ragazzi abbia illuminato l’infanzia e la prima adolescenza di un’intera generazione. Carmine Battipede, dal 1984 al 1988, diede vita a una delle pagine più belle, colorate, vive, che Battipaglia ricordi, e chi c’era allora lo sa bene. Ricorda i sorrisi, le marionette, le risate. Tutto ciò ha portato a questo giorno, dopo trentacinque anni. La stessa piazza Risorgimento che è stata palcoscenico per quello storico evento, da oggi vedrà, in un piccolo scorcio, una targa commemorativa per la persona, Carmine Battipede, che quella piccola piazza l’ha resa grande.

La targa da oggi resterà sotto al murales rappresentativo dell’intero Festival Internazionale Teatro Ragazzi, intitolato “Albero del Domani“, dipinto da Umberto Vota in occasione della prima edizione del Festival, e che in questi giorni ha acquisito nuova linfa grazie al progetto Spes, messo in piedi da Mirko Pierri, direttore artistico dell’associazione a.DNA, che ha visto impegnati negli scorsi tre giorni cinque restauratori dell’organizzazione Yococu nel ripristino del murales. La cerimonia si è svolta in presenza della sindaca Cecilia Francese e degli assessori Davide Bruno e Monica Giuliano. Una emozionatissima Tania De Cesare Battipede, moglie di Carmine, ha svelato la targa.

Nel pubblico accorso tanti curiosi, amici, conoscenti, esponenti politici ma anche alcuni di quegli stessi bambini che il Festival Internazionale Teatro Ragazzi lo hanno vissuto da vicino, collaborando alla sua istituzione semplicemente partecipando e, nel proprio piccolo e nell’incoscienza, scrivendo un pezzo di storia di Battipaglia. Storia che resta, come si sa, nell’immaginario di chi la vive, da oggi anche su un muro, che sembrerà nulla, ma che in realtà rappresenta tanto.