L’avvocato battipagliese Monica Giuliano sarà il nuovo assessore all’area sociale. È il primo cambio ufficiale del previsto rimpasto in Giunta annunciato qualche settimana fa. Giuliano sostituirà la dimissionaria Rosaria Caracciuolo.

L’amministrazione comunale comincia a venire allo scoperto sul rimpasto in Giunta, annunciato nelle settimane precedenti, e che sarà sarà ufficiale nei prossimi giorni. Il primo cambiamento certo è l’assessorato all’area sociale: Rosaria Caracciuolo ha rassegnato le dimissioni, al suo posto entra l’avvocato battipagliese Monica Giuliano.

La nomina di Giuliano, già pubblicata sull’albo pretorio del Comune, sarà ufficializzata nel corso del prossimo consiglio comunale previsto per mercoledì 7 agosto. Giuliano, classe 1970, è un avvocato con studio legale in via Briga e Tenda.

Il valzer di poltrone, in vista degli ultimi due anni di mandato del governo Francese, è iniziato. Alla nomina di Giuliano nei prossimi giorni se ne aggiungeranno altre. Molto probabilmente, il prossimo cambio interesserà l’assessore all’ambiente Carolina Vicinanza che ha già presentato delle dimissioni in bianco. Anche Lucio Pastorino, nello stesso giorno della Caracciuolo (28 luglio) ha rassegnato le dimissioni.

L’attuale vicesindaco Stefano Romano potrebbe essere investito di una nuova nomina e fare spazio ad Angelo Cappelli. E potrebbe fare il suo ingresso in Giunta anche il consigliere comunale di Rivoluzione Cristiana, Francesco Marino. Si rimane nel campo delle ipotesi, ma presto sarà la sindaca a sciogliere ogni dubbio.

Con l’ingresso di Monica Giuliano, salgono a quindici gli assessori che hanno lavorato, in questi tre anni di amministrazione, per il Comune di Battipaglia. Nove sono ex assessori (Ugo Tozzi, Michele Gioia, Lucio Pastorino, Marco Onnembo, Rosaria Caracciuolo, Francesca Napoli, Stefania Vecchio, Laura Toriello e Giuseppe Provenza); sei sono attualmente in carica (Davide Bruno, Maria Catarozzo, Stefano Romano, Pietro Cerullo, Carolina Vicinanza e Monica Giuliano). Solo Maria Catarozzo, nominata il 1° luglio 2016, è rimasta in carica dall’inizio del mandato.