Saranno l’architetto Antonio Oliviero e i progettisti della “Mate” a occuparsi del nuovo Puc. I lavori costeranno 85mila euro tra redazione del piano urbanistico e valutazione ambientale. “Abbiamo fatto una gara trasparente” dice Cecilia Francese.

Il Comune di Battipaglia sceglie i professionisti per il nuovo Piano Urbanistico Comunale. I lavori di redazione del piano urbanistico costeranno circa 85mila euro tra redazione del piano e valutazione ambientale. A occuparsi del nuovo Puc saranno Antonio Oliviero, architetto di Ercolano, e i progettisti del “Mate”, società cooperativa attiva tra Bologna e il veneto, che – come si legge in un articolo pubblicato su “La Città di Salerno” – tra le varie cose ha realizzato “Area12“, il centro commerciale dello Juventus Stadium, la linea 1 della Metrotranvia di Bologna, ha ristrutturato l’università “Bicocca” di Milano e ampliato l’A4 Venezia-Trieste.

E l’architetto Oliviero ha già avuto esperienza in materia di Puc a Nocera Superiore, Molo della Civitella e Pietramelara. “Gli altri affidavano sotto soglia: noi abbiamo fatto una gara trasparente” dice Cecilia Francese riferendosi a chi, tra il 2011 e il 2016, aveva speso quasi 200mila euro tra consulenze e incarichi speciali per il nuovo Puc. E chissà se, dopo 47 anni, Battipaglia vedrà finalmente attuare un nuovo piano urbanistico. Sì, perché l’ultimo piano regolatore generale risale al 1972. E nel 2015 ha anche perso di efficacia: al posto del Puc, infatti, subentrò il Ptcp (piano di coordinamento territoriale provinciale). Una situazione che pone Battipaglia in balìa della Provincia che – di fatto – è divenuta protagonista della disciplina urbanistica sul territorio battipagliese.