Sono diciannove i candidati della provincia di Salerno alle prossime elezioni europee. Si voterà domenica 26 maggio con i seggi aperti dalle 7 alle 23 per eleggere il nuovo Parlamento Europeo.

Tutto pronto. Mercoledì 17 aprile, alle ore 20, è scaduto il termine per consegnare le liste. Sono diciannove i candidati della provincia di Salerno. La Campania, assieme ad Abruzzo, Molise, Puglia, Basilicata e Calabria, farà parte della circoscrizione Italia Meridionale. Tante le candidature di spicco. Tra tutte quella del Rettore dell’università di Salerno, Aurelio Tommasetti che scenderà in campo tra le file della Lega. Anche Lucia Vuolo, ex segretaria a Palazzo Sant’Agostino, è candidata con il partito del Carroccio.

L’ex vicesindaco di Battipaglia, Ugo Tozzi, e Carmela Rescigno, si candidano nella lista di Fratelli d’Italia. Il Partito Democratico, invece, presenta solamente una salernitana in lista: è Anna Petrone, ex consigliere regionale nel 2010. Anche Forza Italia ha il suo candidato salernitano: il vice presidente della Camera di Commercio, Antonio Ilardi.

Movimento Cinque Stelle e “Più Europa” saranno i partiti con più candidati salernitani alle prossime elezioni europee. Isabella Adinolfi, Michela Rescigno, Enrico Farina (di Battipaglia) e Vito Avallone sono i nomi del partito pentastellato; Raimondo Pasquino, ex rettore dell’università di Salerno, Lucia Manciero, il battipagliese Raffaello Maria Adesso e Alessandra Senatore di Pellezzano, correranno con Emma Bonino.

Nella Lista “Europa Verde” spicca il nome di Giuseppe Ventura, in passato consigliere comunale a Salerno. Alfonso Gambardella, invece, per il “Popolo della Famiglia”. Due addirittura i candidati di Forza Nuova: il primo è Alessio Feniello, padre del 28enne Stefano, tragicamente scomparso durante la valanga di Rigopiano del 2017 (proprio oggi è stata chiusa l’inchiesta per depistaggio) e il battipagliese Gerardo Mazza. Infine, con “La Sinistra”, troviamo Fortunato Maria Cacciatore.