Il consigliere comunale e capogruppo di Forza Italia, Valerio Longo, interviene in merito al momento cruciale della vertenza, tra la sindaca Francese, gli amministratori e i dipendenti di Alba, la società partecipata del Comune di Battipaglia.

«Il confronto tra le parti impegnate in questa delicata fase sembra adesso arrivato ad un punto morto, dove sembra prevalere la contrapposizione più netta. Le posizioni appaiono inconciliabili, un muro contro muro. Tuttavia, vista l’importanza strategica che la società riveste per l’attività dell’ente, è assolutamente necessario ricercare le ragioni del confronto, per uscire finalmente dall’impasse, trovare le soluzioni e rilanciare Alba» si legge in un comunicato stampa inviato da Valerio Longo, consigliere comunale di maggioranza in quota Forza Italia.

«Eppure delle vie d’uscita potrebbero essere dietro l’angolo, onorevoli per tutti. Per l’amministrazione che ha la necessità di conciliare costi e servizi ai cittadini, per le parti sociali che devono salvaguardare i posti di lavoro e per la governance della società, impegnata in questi primi dieci mesi a rilanciare Alba attraverso l’azzeramento dei debiti e a dare una prospettiva duratura alla società, attraverso un serio piano industriale» prosegue Longo.

Il consigliere forzista non risparmia un attacco ai precedenti manager ritenuti da lui «incapaci o fedeli solo a qualche disegno affaristico»- Secondo Longo, infatti, «È necessario mettere da parte le logiche della sterile contrapposizione e concentrarsi sulle soluzioni possibili per far uscire nell’immediato la società dalla crisi, consentendo di far quadrare i conti in vista del bilancio di fine anno. I vertici della burocrazia mirano a destabilizzare l’amministrazione e al loro fianco vi è sicuramente una regia politica che gioca al tanto peggio tanto meglio. In questa vicenda non è in ballo solo il futuro di poco più di cento famiglie di lavoratori, che non sono certamente colpevoli delle gestioni che si sono succedute negli anni, ma anche è soprattutto il futuro dell’intero sistema dei servizi ai cittadini».