Il partito cittadino di Forza Italia si prepara a una nuova fase. Dopo aver cambiato l’assetto, con l’inserimento di Enrico Tucci come nuovo coordinatore, e dell’ex Santomauro Luca Muto come coordinatore di collegio camerale, il partito di centrodestra ribadisce l’appoggio al sindaco Cecilia Francese e prova a ripartire da alcuni punti programmatici che dovranno tramutarsi in azione amministrativa.

CONFERENZA STAMPA A PALAZZO DI CITT

Il partito cittadino di Forza Italia cambia assetto e si prepara a una nuova stagione. Così l’hanno definita il senatore Enzo Fasano, il coordinatore Enrico Tucci, il consigliere comunale Valerio Longo e il coordinatore di collegio camerale Luca Muto, nel corso di una conferenza stampa tenutasi questa mattina a Palazzo di Città.

Quattro o cinque argomenti, presi dal patto sottoscritto con gli elettori di Battipaglia nel 2016, che dovranno tradursi in azione amministrativa entro la fine del mandato” dice Valerio Longo, consigliere di maggioranza in quota Forza Italia. “Ci auguriamo – continua Longo – che attraverso una riqualificazione urbana Battipaglia diventi un cantiere a cielo aperto, che le periferie non siano più periferie. Ragioneremo sulla questione Asi, nostro cavallo di battaglia, che sta diventando una palla al piede. E proporremo la valorizzazione dei beni da alienare“.

Questo il riassunto di Longo che riceve anche l’endorsement del senatore Fasano: “Valerio – dice il coordinatore provinciale – è tra i migliori consiglieri comunali dell’intera assemblea” e poi prosegue: “Enrico Tucci e l’avvocato Muto saranno i nuovi rappresentanti di Battipaglia. Abbiamo una buona squadra e siamo tornati centrali nell’interesse dell’opinione pubblica e in una eventuale formazione del centrodestra a Battipaglia“.

GLI INTERROGATIVI

Nel 2016, quando era coordinatore l’ex assessore Giuseppe Provenza, Forza Italia annunciò “Mai più con gli ex Santomauro”. Oggi, tre anni dopo, il coordinatore del collegio camerale è Luca Muto, che con l’amministrazione (da lui elogiata in conferenza stampa) ha svolto il ruolo di assessore. E alla guida del partito cittadino c’è Enrico Tucci, tre anni fa candidato con l’acerrimo nemico di Cecilia Francese, vale a dire Gerardo Motta.

All’epoca – dice Tucci – ritenevo Gerardo il sindaco ideale per questa città. Battipaglia attraversava un momento storico dove, a mio avviso, c’era bisogno di una persona forte. E Motta poteva esserlo. Quelle elezioni le abbiamo perse, ma oggi le cose stanno diversamente“. L’ex assessore alla polizia municipale durante l’amministrazione Liguori parla di pace: “In questa città c’è bisogno di pace, basta con la politica del personalismo. Cercheremo di essere il partito dell’inclusione, accogliendo e accettando tutti. Torniamo a fare la politica con proposte serie“.

E sulle polemiche degli “ex Santomauro”, interviene il senatore Fasano che prova a glissare: “Il coordinatore cittadino è cambiato rispetto al 2016, non c’è stato nessun errore di valutazione. Le cose cambiano in ragione di come si evolvono. Ci muoveremo in un’altra direzione, cercando di dare un respiro provinciale“. E infine i forzisti giurano fedeltà al sindaco Francese: “Nel 2021 di nuovo con la Francese? Se ci saranno le condizioni politiche sì. Siamo partiti da lei e speriamo di ripartire sempre da lei“.