“Blitz” del comitato Battipaglia dice No alla Provincia

Appeso a un balcone della sede lo striscione simbolo degli ambientalisti

Vola nel vento lo striscione “Battipaglia dice No” appeso da tre dei maggiori esponenti del comitato ambientalista, Raffaele Cucco Petrone, Nunzio Vitolo e Vincenzo Perrone. Gli attivisti questa mattina hanno compiuto un vero e proprio “blitz” presso la sede della Provincia di Salerno. Un gesto di impatto che vuole dimostrare la presenza di Battipaglia e dei suoi cittadini, che non hanno dimenticato le promesse fatte dai vertici.

«Abbiamo aperto, con questo gesto simbolico, le ostilità contro le mancate promesse di Strianese (Michele, presidente della Provincia, ndr) che due mesi fa proclamò la sua disponibilità ad aiutare Battipaglia ed i suoi cittadini nella sacrosanta battaglia contro le aziende che avvelenano la nostra città. Dovevano darci risposte entro due settimane e stiamo ancora aspettando», così in una nota il comitato Battipaglia dice No, che prosegue: «Col gesto di oggi abbiamo voluto, più che richiamare le istituzioni ai loro doveri, spiegare ai cittadini di Battipaglia che hanno una sola strada possibile: partecipare alla manifestazione del 6 dicembre. Se le istituzioni non ci difendono abbiamo il diritto di difenderci da soli».

Intanto monta l’attesa da parte dei cittadini, che in vista della mobilitazione di massa fissata al 6 dicembre, si stanno preparando facendo girare la voce quanto più possibile tra i loro amici e conoscenti, per fare in modo ci siano quante più persone a gridare in coro la saturazione di un territorio, che vuole ritornare, una volta per tutte, alla normalità.