L’amministrazione comunale di Eboli è a lavoro per riqualificare otto chilometri di fascia costiera. Secondo la relazione dell’ingegnere Michele Malandrino l’idea seguirà i precetti della sostenibilità non solo ambientale, ma anche sociale ed economica.

C’è il progetto per riqualificare la fascia costiera di Eboli. L’amministrazione comunale è intenta a portare avanti uno studio di fattibilità al fine di riqualificare la parte di costa che ricade nei limiti amministrativi.

L’obiettivo è realizzare alcuni percorsi ciclabili, pedonali e carrabili cercando di salvaguardare l’ambiente valorizzando la crescita turistica dell’area interessata. I diversi itinerari si adegueranno alle normative europee vigenti. Tra le altre cose, è stata proposta anche la costruzione di una passerella, lungo la fascia costiera, che possa agevolare i il passaggio ai portatori di handicap preservandone così la morfologia.

Secondo la relazione dell’ingegnere Michele Malandrino, l’area oggetto d’intervento coinvolgerà circa otto chilometri di costa. Un’idea che sembrerebbe andare incontro a quei precetti di sostenibilità ambientale, sociale ed economica. Salvaguardare il patrimonio naturale, promuovere la mobilità ciclistica in alternativa all’uso dei veicoli a motore, ridurre l’impatto ambientale, dotare le spiagge di una passerella che metta al riparo il litorale sabbioso e le specie arboree presenti e, soprattutto, riscattare la pineta abbandonata e degradata ormai a da troppo tempo, cercando di renderla gradevole ai visitatori, sono questi i fini ultimi del progetto.

Nel dettaglio si prevede la riqualificazione della “rete ciclabile protetta” lungo la SP175, che collega la costa battipagliese con quella del comune di Capaccio, attualmente in grave stato di degrado a causa dei fenomeni atmosferici e degli atti vandalici; la rimozione degli apparati radicali, la sostituzione degli elementi in legno che costituiscono la staccionata di protezione e la nuova pavimentazione in terra ecologica stabilizzata di colore rosso.

Si prevede, inoltre, la riqualificazione della pineta, che avrà un percorso ciclabile e pedonale in terra battuta a zero impatto ambientale e paesaggistico, che collegherà la pista ciclabile lungo la SP175 con il litorale sabbioso.

Per coniugare le esigenze di conservazione delle aree naturalistiche protette con la domanda turistica e consentire l’accessibilità e la fruibilità a tutti dei beni del demanio marittimo e del mare, verrà costruita una passerella in legno lungo tutto il litorale del comune di Eboli, posizionata sulla sabbia e dei belvederi per fermarsi e godere dell’ambiente circostante.