È passato l’atto d’indirizzo in Consiglio provinciale.

“Impianto di trattamento rifiuti, individuazione aree sature – indirizzi” , Cecilia Francese: «Percorso non facile»

È stato approvato in Consiglio provinciale ieri, lunedì 30 settembre, l’atto d’indirizzo “Impianto di trattamento rifiuti, individuazione aree sature – indirizzi“. In una nota stampa del Comune di Battipaglia, la Sindaca Cecilia Francese non ha mancato di esprimere tutta la sua gioia: «A darci ragione del percorso intrapreso sono gli atti amministrativi. Il consiglio provinciale ha deliberato, rispettando i tempi e mettendo a tacere ogni futile polemica, con un atto di indirizzo avente per oggetto “Impianti di trattamento rifiuti, individuazione aree sature – indirizzi”».

Il primo cittadino ha poi proseguito: «Ben scritto nelle premesse che l’iter si è avviato grazie all’impulso della delibera del Comune di Battipaglia che ha proposto un criterio che riconoscesse l’alta concentrazione sul nostro territorio richiamando le esperienze di altre regioni con il fattore di pressione finalizzato a bloccare l’insediamento e/o ampliamento di impianti per il recupero di rifiuti nel territorio comunale. Il criterio di individuazione delle aree sature è il naturale percorso che un atto di indirizzo e di impulso come il nostro voleva tracciare», la strada però è ancora lunga, come spiega la Francese: «La collaborazione tra il Comune e gli Enti sovracomunali, ha reso possibile un percorso che non sarà facile e che di certo non farà calare la nostra attenzione, ma il territorio va difeso costruendo un percorso serio».

Arriva a mezzo social invece la soddisfazione dell’assessore allo sviluppo pubblico e alla gentilezza Davide Bruno: «È stato fatto un passo importante per la tutela del territorio. La nostra azione continua per raggiungere il risultato di difendere la nostra città». La cittadinanza intanto continua a chiedere che questi atti, da inchiostro su carta, acquistino ben presto concretezza.