Forza Italia nominerà un nuovo direttivo cittadino. Lo ha annunciato, tramite una nota stampo, il capogruppo di FI, Valerio Longo. “Dopo questa prima fase di confronto e di incontri sarà nominato un nuovo direttivo cittadino”.

Con la nomina del nuovo coordinatore cittadino, Forza Italia si rinnova anche a Battipaglia per affrontare le prossime sfide elettorali e politiche. Ad iniziare dalle europee” parla così Valerio Longo, capogruppo consiliare di Forza Italia, che, tramite una nota stampa ha annunciato l’imminente costituzione di un nuovo direttivo cittadino.

Vogliamo riportare al centro del dibattito la politica e le proposte da tradurre poi in azione amministrativa. Stiamo ragionando – si legge nella nota – con tutti coloro disposti ad intraprendere un percorso politico comune senza alcun pregiudizio. Chi ha voglia e volontà di fare politica attiva troverà da noi la porta sempre spalancata e la massima disponibilità. Dopo questa prima fase di confronto e di incontri sarà nominato un nuovo direttivo cittadino. Stiamo registrando ottimi riscontri, a dimostrazione che intorno a Forza Italia vi è grande attenzione”.

A breve, annuncia Longo, una conferenza stampa dove si illustreranno la nuova organizzazione e i progetti futuri: “A breve illustreremo la nuova organizzazione interna e i programmi e le iniziative dei prossimi mesi nel corso di una conferenza stampa. Sul piano amministrativo ribadiamo la nostra adesione al patto di programma che i cittadini di Battipaglia hanno premiato alle elezioni del 2016″.

PORTE CHIUSE AI DELUCHIANI

“Non tollereremo tuttavia più fughe in avanti con accordi sottobanco, che non hanno alcuna giustificazione politica, con parti del centro-sinistra provinciale e del sistema di potere deluchiano. Vanno ovviamente salvaguardati i rapporti istituzionali a tutti i livelli. Occorre assolutamente fare chiarezza su questo aspetto. Come bisogna fare chiarezza – prosegue Longo anche sui rapporti con i vertici della burocrazia comunale e con altri soggetti pubblici, come ad esempio l’Asi e il Piano di Zona, che in questi primi tre anni hanno cercato chiaramente di mortificare e relegare la politica e la nostra città ad un ruolo subalterno. Su questo aspetto non siamo più disposti a fare sconti”.

Sul bilancio di previsione, che il consiglio comunale voterà martedì 7 maggio, si schiera così: “Voteremo il bilancio di previsione nel consiglio comunale di domani sera e guarderemo con la massima attenzione l’attività di governo, che dovrà finalmente dare risposte concrete alla volontà di crescita del territorio. Non è più possibile frenare ed esitare, occorre assumere fino in fondo la responsabilità che ci siamo presi candidandoci e che i cittadini ci hanno affidato attraverso il consenso. Un primo passo in questa direzione è avvenuto con la delibera sul fattore di pressione, nonostante le tante polemiche alimentate dai soliti noti, approvata praticamente all’unanimità dall’assise consiliare”.