Nel solco della tradizione di una Scuola Calcio che guarda alla crescita psicofisica dei propri ragazzi a 360 gradi, si è conclusa la terza edizione della kermesse

Attraverso la visione di lungometraggi ispirati a storie sportive, vere o di fantasia, per quattro serate, più di 100 ragazzi appartenenti ai gruppi dai 2002 ai 2013/14 della Spesa, la scuola calcio tra le più longeve della Campania, si sono appassionati alle vicende dei protagonisti dei vari film.

In questa edizione, si è passati da Billy Elliott e la sua passione per la danza a Coach Carter e la storia di un allenatore più interessato ai risultati didattici che a quelli del campo, al cartone animato incentrato sul calcio, I Primitivi, per concludere con il sempiterno Fuga per la Vittoria, che racconta una partita storica ai tempi della Germania nazista.

Il cinema che educa

In ogni serata, i bambini hanno vissuto in prima persona le emozioni trasmesse dai film visionati, comprendendo l’importanza del fare gruppo, del condividere e dell’impegnarsi insieme per raggiungere un obiettivo comune.

Lo stesso obiettivo che sta perseguendo da anni, con le varie iniziative messe in campo, la scuola calcio fondata dai padri Stimmatini nel 1964, che, contemporaneamente ad un’eccellenza nel campo sportivo, è impegnata da sempre nel difficile compito di educare e concorrere alla formazione delle giovani generazioni.

Nella serata conclusiva, poi, c’è stata anche la presenza dell’attore e deputato della Repubblica, Nicola Acunzo che si è intrattenuto a colloquio con i ragazzi al termine della visione del film Fuga per la Vittoria, esortando i giovani calciatori a perseguire gli ideali della lealtà e della correttezza per poter realizzare i loro sogni.