Sempre più presenti nelle nostre vite e sempre più tutelati e apprezzati, i cani, sono parte integrante della nostra quotidianità. Ci seguono stimolandoci e portandoci via dalla nostra monotonia.

Daniel Pennac diceva “Uno crede di portare fuori il cane a fare pipì mezzogiorno e sera. Grave errore: sono i cani che ci invitano due volte al giorno alla meditazione.” Ci aiutano a rendere la vita spesso più facile con una dedizione e una fedeltà spesso non ricambiata.

Oggi parleremo di sport cinofili e come l’interazione uomo/cane porti benessere e ottimi risultati ad entrambi. Per fare un parallelismo con il nostro sport nazionale, pensate se Spalletti, l’allenatore dell’Inter, avesse avuto come centravanti un cane anziché Icardi, sicuramente, nel gestirlo, avrebbe avuto meno problemi e più punti in classifica.

Abbiamo deciso di parlarne attraverso le parole di una persona che da anni si occupa di attività sportive con i nostri amici a quattro zampe. Roberta Amoroso.

Roberta è un medico veterinario esperto in comportamento animale e fisiatra veterinario. Si è laureata nel 2013 presso l’Università degli studi di Teramo. Dopo gli anni dell’università si è interessata da subito alla fisioterapia e al comportamento degli animali da compagnia. In particolare ha seguito corsi pratici di fisiatria e fisioterapia a Cremona e ha conseguito il Master di II livello nella medicina comportamentale cognitivo zooantropologica nell’università di Parma.

Nel periodo di studi specialistici però non ha mai abbandonato la clinica medica, lavorando in ambulatori e cliniche del territorio. Attualmente si occupa esclusivamente di Fisioterapia e Medicina Comportamentale del cane e del gatto e lavoro presso rinomate Cliniche Veterinarie sia a Salerno che a Napoli.

L’intervista

Perché ci parlerai di Sport Cinofili?

Oggi vi voglio parlare di sport cinofili perché ne sono appassionata e vorrei trasmettervi la mia passione affinché sempre più persone possano avvicinarsi a questo meraviglioso mondo.

Come e quando ti sei avvicinata a questi sport?

Negli anni precedenti alla laurea ho lavorato presso un centro cinofilo, ero a stretto contatto con cani di tutte le razze ed età e i loro pet owner, e questo mi ha permesso di appassionarmi sempre di più al comportamento e all’etologia di questi meravigliosi animali. Nel centro ho anche scoperto l’esistenza degli sport cinofili, in particolare dell’Agility dog che tutti conosciamo e della Rally Obedience, uno sport davvero per tutti.

sport cinofiliQuali sono gli sport cinofili più praticati? Quale preferisci tu?

Esistono tantissime discipline sportive nel mondo della cinofilia, che al Sud sono sempre in aumento per fortuna. Sono centinaia gli sport praticati con i cani, posso menzionartene qualcuno come: l’Agility dog, il Disc Dog, il Flyball, la Rally Obedience e l’Obedience, e ancora, lo Sleddog, il Dog Trekking, il Canicross, il Nosework, il Traiball, lo Sheepdog e tutti gli sport acquatici come lo Splash dog.

Avendoli praticati, ovviamente ti dico che i miei preferiti sono l’Agility, la RallyObedience e lo Splashdog, che tra le altre cose, continuo a praticare con la mia Border Collie, Calliope. Ma, sai, la cosa importante non è tanto che piacciano a me, ma che piacciano a lei.

A chi sono adatti questi sport? Tutti i cani e tutte le persone possono praticarli?

Per la vastità di discipline sportive che esistono posso dire che, sì, la stragrande maggioranza dei cani può iniziare un’attività sportiva. Ovviamente se si tratta di cani con difficoltà motorie o cani cardiopatici o con altre problematiche cliniche, in quel caso è meglio farsi consigliare dal proprio veterinario di fiducia sulla possibilità di praticare o meno una determinata attività. Esistono però delle categorie speciali, come ad esempio la categoria Veterani nella Rally Obedience, che è aperto a cani anziani o affetti da patologie che ne pregiudicano la performace in altre categorie, così come è aperto a conduttori di età superiore ai 65 anni o affetti da patologie per cui sono impossibilitati a gareggiare in altre categorie. Ecco che, quindi, ci sono davvero tantissime possibilità per iniziare un’attività insieme al proprio compagno a 4 zampe, non solo per l’attività sportive in sé, ma anche e soprattutto per creare una complicità unica e indissolubile.

Con quale spirito bisogna affrontare queste attività?

Sicuramente deve essere un’attività gradita sia dal cane che dal conduttore. È molto importante affidarsi a educatori e tecnici della disciplina scelta, che prepareranno conduttore e cane per svolgere al meglio l’attività sportiva, sempre salvaguardando e rispettando la volontà del cane, che non deve andare in frustrazione e soprattutto deve divertirsi. Ricordate che se si sbaglia un esercizio, la colpa non è mai del cane per cui: vietato arrabbiarsi!

Questi sport sono indicati per cani problematici?

È sempre preferibile iniziare l’attività sportiva con cani sani, sia dal punto di vista fisico che mentale. Esistono, però, alcune attività come la Mobility Dog che è una disciplina non agonistica e non competitiva che spesso viene introdotta in un percorso educativo o riabilitativo. È un’attività che implementa le capacità del cane di concentrarsi, diminuisce l’insicurezza e di conseguenza può mitigare dei problemi di aggressività, migliorando anche la qualità di vita del binomio uomo-cane, ma cosa più importante, quest’attività aiuta a rilassarsi e ad eliminare lo stress. Può farla chiunque.

sport cinofiliA Battipaglia e nelle zone limitrofe quali sono gli sport cinofili maggiormente praticati? E che risultati hanno a livello nazionale e mondiale ?

A Battipaglia se non hai la macchina al massimo puoi raggiungere delle aree verdi adibite dal comune come aree sgambettamento cani.

Se, invece, sei automunito puoi raggiungere tre bellissimi centri cinofili, dove è possibile sia fare educazione che imparare e iniziare qualche sport cinofilo. Uno dei due centri si chiama Centro Cinofilo Impronta di Ivan Menduto & Co., si trova a Via Campolongo SP 262, e in questo centro gli sport che si possono praticare sono l’Agility Dog, la Rally Obedience, il Disc Dog e gli Sport Acquatici, tra cui Splash dog dove potrete trovare la Responsabile Sud di questi sport del circuito CSEN, Giorgia Faralla.

Nell’altro centro, il Centro Cinofilo Cani in Campo di Chiara Foti, che si trova in Via Orto Grande, potrete educare il vostro cane, fare Agility Dog, Rally Obedience e, se avete un cane pastore, anche Sheepdog. Entrambi i centri sono affiliati CSEN Cinofilia, e partecipano alle gare nazionali e mondiali di questo ente. Un altro centro che vorrei menzionare è il Centro Cinofilo Del Tirreno di Roberto Napoli e della Dott.ssa Rosanna Carpentieri, che si trova in Via Tanagro 12 a Montecorvino Pugliano, dove è possibile svolgere attività di Mobility Dog, Nosework, Retrieving, Obedience e IPO.

Cosa si può fare per pubblicizzare e incrementare questi sport sul nostro territorio?

Si potrebbe parlare di più di cinofilia, anche a scuola tra i piccoli studenti, oppure organizzare degli eventi appositi invitando i centri cinofili del nostro territorio per cercare di avvicinare proprietari di cani che magari non sanno nemmeno che possono iniziare un’attività con il cane, sana e divertente.

Sarebbe bello che anche noi Medici Veterinari consigliassimo di più delle attività cinofile ai nostri clienti, magari collaborando con i centri cinofili del territorio. Insomma, cose da fare ce ne sarebbero, basta iniziare.

Concludendo?

Vi lascio con un consiglio citando una frase: “Più tardi, sarà troppo tardi”. Iniziate a divertirvi con il vostro cane e la sua vita, come la vostra, cambierà in meglio. Ricordatevi di farvi consigliare dal vostro medico veterinario di fiducia, e prima di iniziare uno sport che prevede gesti atletici e movimenti bruschi, portate il vostro cane da un Medico Veterinario Fisiatra, che vi rilascerà un certificato di buona salute fisica. Ciao!