Nuovo incontro in Prefettura del Comitato provinciale per l’Ordine e la Sicurezza Pubblica

Proseguono i controlli sul territorio di Battipaglia

Nuova riunione, svoltasi ieri, del Tavolo permanente di lavoro, istituito dal Prefetto Francesco Russo, dopo i numerosi roghi che hanno colpito il territorio di Battipaglia, nell’ambito del Comitato provinciale per l’Ordine e la Sicurezza Pubblica.

Alla convocazione in Prefettura hanno risposto Michele Strianese, Presidente della Provincia di Salerno, Fausto Vecchio, Consigliere provinciale delegato all’Ambiente, Cecilia Francese, Sindaca di Battipaglia, Italo Giulivo, Direttore Generale per i lavori pubblici e la protezione civile della Regione Campania, insieme a rappresentanti dell’ASL, dell’ARPAC, delle forze di Polizia, delle Associazioni di categoria e delle Organizzazioni sindacali provinciali.

Proseguono i controlli, come spiega il Presidente della Provincia di Salerno Michele Strianese: «I lavori del tavolo hanno lo scopo di monitorare e coordinare azioni di contrasto del fenomeno degli incendi presso siti connessi al ciclo dei rifiuti. L’intera collettività di Battipaglia è allertata e chiede risposte immediate a una problematica che ha implicazioni sulla salute pubblica e sull’ambiente. Per questo è necessario lavorare in sinergia fra Enti». Strianese inoltre aggiunge: «È stato fatto il punto in merito al monitoraggio delle aziende presenti nel territorio nella filiera del ciclo rifiuti. Le autorizzazioni rilasciate alle aziende dalla Regione e dalla Provincia sono circa 90, di cui 20 nel territorio di Battipaglia».

Dopo un incontro presso la Regione Campania, insieme al Comune di Battipaglia, svoltosi recentemente, la Provincia di Salerno si è fatta carico dell’impegno a non rilasciare ulteriori autorizzazioni sul territorio già martoriato. Ha inoltre annunciato di stare avviando uno studio per una corretta perequazione nella distribuzione dei siti che tenga conto del volume di rifiuti trattati, nonché della densità demografica.

La Giunta comunale istituisce un registro dei roghi e dei luoghi di abbandono dei rifiuti

Intanto la Giunta comunale ha approvato la delibera di istituzione del registro dei roghi e dei luoghi di abbandono dei rifiuti. Una delibera che si sta adottando in numerosi comuni che, come Battipaglia, vivono la stessa piaga dei rifiuti dati alle fiamme. Il suo scopo è dare impulso agli uffici affinché si stabilisca un principio sia per la struttura sia il terreno sul quale si è registrato l’incendio dei rifiuti, che, fino a quando non sarà stato bonificato, non potrà essere riutilizzato per lo svolgimento di qualsiasi attività.