Il Comune di Battipaglia ha indetto una proceduta ad evidenza pubblica per la formazione di un albo degli avvocati cui attingere per il conferimento di incarichi di consulenza, assistenza, difesa e rappresentanza in giudizio dell’Ente. L’elenco sarò diviso per tipologie di contenzioso. Per presentare le domande, c’è tempo sino al 10 luglio.

Il Comune corre ai ripari dopo il pensionamento dell’avvocato Giuseppe Lullo. In esecuzione della Determinazione Dirigenziale del 10 giugno con la quale è stato approvato lo schema di avviso pubblico per l’istituzione di un albo degli avvocati, il Comune di Battipaglia ha reso noto che la procedura ad evidenza pubblica è indetta. Tempo un mese e l’Ente potrà attingere dall’albo per conferire incarichi esterni.

L’elenco che si andrà a formare sarà suddiviso per tipologie di contenzioso: amministrativo, civile, giuslavorico, penale, tributario, finanziario e societario e patrocinanti all’estero. Potranno partecipare sia i singoli professionisti o gli studi associati (tramite dei professionisti che segnalerà successivamente.

I professionisti interessati, siano essi singoli o associati, possono presentare la domanda di iscrizione, secondo i modelli predisposti, entro le ore 12 del 10 luglio. La richiesta potrà essere consegnata a mano negli uffici del Comune o a mezzo raccomandata o via Pec. L’albo sarà aggiornato ogni anno a cura del Settore Avvocatura.

L’Ente, attualmente sprovvisto di avvocato, ha da recuperare gli oneri mai versati dai privati (per cifre che si aggirano intorno al milione e mezzo di euro). E, dopo il pensionamento del legale Giuseppe Lullo, anche altri contenziosi rischiano di saltare. Questo potrebbe essere il primo passo in attesa del 2020 quando, a detta dell’amministrazione, si provvederà all’assunzione di un avvocato oltre che di altre sei figure tra dirigenti e tecnici che dovranno essere assunti per ottemperare alla mancanza di personale nelle stanze di Palazzo di Città.