Buccino supera la Battipagliese nella decima giornata del Campionato d’Eccellenza

Prossima partita in casa della Polisportiva Santa Maria Cilento

Decima giornata di Campionato d’Eccellenza amara per la Battipagliese, che dopo due vittorie consecutive, quella contro l’Eclanese e, in trasferta, con il Sant’Agnello, si è dovuta arrendere tra le mura amiche dello stadio “Luigi Pastena” contro un Buccino Volcei in grande spolvero, che conquista tre punti grazie a tre reti, firmate da La Mardo e una doppietta di La Grutta. A nulla è servito il gol di Delle Donne, al suo terzo centro consecutivo, che aveva regalato un iniziale pareggio.

La sconfitta di ieri smorza leggermente l’entusiasmo dei tifosi, che speravano di chiudere la giornata al secondo posto in classifica, ma non lo spegne del tutto, siccome la Battipagliese, attualmente al nono posto con sedici punti, si ritrova in un gruppo di squadre molto vicine tra di loro: tra la seconda posizione, attualmente in possesso del Vis Ariano Accadia, e la decima, occupata dall’Audax Cervinara, ci sono soltanto tre punti di differenza.

Il prossimo turno vedrà impegnate le zebrette di mister Viscido in casa della Polisportiva Santa Maria Cilento. Una gara tanto attesa quanto ostica per i bianconeri.

Il rammarico di Lopetrone

Il centrocampista Angelo Lopetrone, al termine della sfida, ha detto: «La prestazione nel primo tempo c’è stata tutta e siamo stati superiori all’avversario, ma su due ripartenze abbiamo preso due gol. Nel nostro momento migliore, quando abbiamo pareggiato la partita e abbiamo sfiorato il vantaggio, sulla ripartenza abbiamo subito il 2 a 1. Nel secondo tempo abbiamo fatto più fatica, a sfavore di vento e l’avversario c’è stato superiore. In questo momento ci gira anche un po’ male. La gara è stata un po’ condizionata dal vento. Nel secondo tempo non abbiamo avuto la forza e l’energia per ribaltarla. Sul finale siamo calati. Ora non guardiamo la classifica, la squadra c’è, le prestazioni le fa, il campionato è ancora lungo. Non ci dobbiamo scoraggiare, dobbiamo andare avanti perché questo è un bel gruppo e, come ho detto ai tifosi, loro ci devono stare vicino».